L'ASIA DICE BASTA ALLA SPAZZATURA DAL RESTO DEL MONDO

La questione è diventata problema quando l’anno scorso la Cina, ha smesso di accettare e riciclare i rifiuti provenienti da mezzo mondo (tra cui scarti di lavorazione, cascami, rifiuti industriali e avanzi di materie plastiche). Solo nel 2016, infatti, il Paese aveva trasformato almeno la metà delle esportazioni mondiali di plastica, carta e metalli. Nel 2017 il governo di Pechino ha notificato all’Organizzazione Mondiale del Commercio (Omc-Wto) che daL 2018 avrebbe vietato l’importazione di 24 tipologie di materiali da riciclare, tra cui la plastica. ercio (Omc-Wto) che da gennaio 2018 avrebbe vietato l’importazione di 24 tipologie di materiali da riciclare, tra cui la plastica. Il problema sta montando ulteriormente da quando anche Tailandia, Malesia e Vietnam hanno introdotto nuove norme per impedire ai rifiuti contaminati provenienti da paesi stranieri di entrare nei loro porti.  L'Italia è all’undicesimo posto tra i principali esportatori di rifiuti plastici al mondo. Solo nel 2018 ha spedito all’estero poco meno di 200 mila tonnellate di scarti, in particolare, verso Austria, Spagna e Germania. Solo nel 2016 e 2017, invece, il 42% dei rifiuti plastici inviati dall’Italia fuori Europa (nello specifico, lo scarto della raccolta differenziata della plastica), era destinato alla Cina. Esistono pochi impianti di recupero e riciclo di piccole dimensioni, quelli grandi (capaci cioè di trattare fino a 50.000 tonnellate all'anno di materiale) ad oggi si possono contare più o meno sulle dita di una mano. Il riciclo, quindi, non può essere considerata una misura sufficiente a risolvere i nostri problemi di smaltimento ma si fa invece sempre più urgente la necessità di produrre e utilizzare materiali alternativi che sostituiscano quei materiali difficilmente recuperabili, in particolare la plastica. 

Selin S.r.l. Via Antonino Caponnetto, 1/Int. - 50041 - Calenzano (FI)
Partita IVA: 04408410480 - Registro Imprese: FI04408410480 - R.E.A. 446898 - Capitale Sociale: € 100.000 i.v