SISTRI - OBBLIGO DI PAGAMENTO CONTRIBUTO 2014 E 2015

Con il Decreto Legge n. 192 del 31 dicembre 2014, pubblicato il 10-12-2010 - Supplemento ordinario n. 269/L alla GAZZETTA UFFICIALE Serie generale - n. 288, sono stati prorogati i termini di applicabilità delle sanzioni in materia di SISTRI. Sebbene siano state prorogate per un ulteriore anno le sanzioni per il mancato o non corretto utilizzo del SISTRI, così non è stato per il pagamento del contributo dovuto dagli iscritti al sistema. Il decreto sancisce infatti che “Il pagamento del CONTRIBUTO SISTRI dovuto per l’anno 2014, deve essere pagato entro il 31 gennaio 2015”. Decorso tale termine verranno applicate le sanzioni previste dall'art. 36 D.Lgs 3.12.2010 n. 205 e di seguito riportate: I soggetti obbligati che omettono, nei termini previsti, il pagamento del contributo per l’iscrizione al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’articolo 188-bis, comma 2, lett. a), sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da duemilaseicento euro a quindicimilacinquecento euro. In caso di rifiuti pericolosi, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da quindicimilacinquecento euro a novantatremila euro. All’accertamento dell’omissione del pagamento consegue obbligatoriamente, la sospensione immediata dal servizio fornito dal predetto sistema di controllo della tracciabilità nei confronti del trasgressore. In sede di rideterminazione del contributo annuale di iscrizione al predetto sistema di tracciabilità occorre tenere conto dei casi di mancato pagamento disciplinati dal presente comma. Per effettuare il pagamento, l’utente iscritto deve: - Collegarsi al sistema tramite il token USB; - Entrare nell’area “GESTIONE AZIENDA – PAGAMENTI”, calcolare il contributo da pagare e produrre il relativo report; - Effettuare il pagamento con una delle modalità indicate dal SISTRI - Comunicare i dati della ricevuta del pagamento al sistema sistri collegandosi con il token USB, e inserendo i dati nell’area “GESTIONE AZIENDA – PAGAMENTI”. Facciamo inoltre presente che l’adesione al sistema SISTRI è obbligatoria solo per le aziende che PRODUCONO RIFIUTI PERICOLOSI, e che hanno PIU’ DI 10 ADDETTI. Chi non rientra in questi parametri può provvedere alla cancellazione dal sistema. Il contributo per l’anno 2015 sarà dovuto entro il 30 aprile 2015, secondo le stesse modalità utilizzate per pagare il contributo 2014, ANCHE SE IL SISTEMA ANCORA NON NE PERMETTE IL CALCOLO. Di seguito invece riportiamo le sanzioni applicate per la mancata iscrizione al sistema: I soggetti obbligati che omettono l’iscrizione al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’articolo 188-bis, comma 2, lett. a), nei termini previsti, sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da duemilaseicento euro a quindicimilacinquecento euro. In caso di rifiuti pericolosi, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da quindicimilacinquecento euro a novantatremila euro. I nostri operatori sono come sempre a disposizione per ogni chiarimento ed informazione.

Rimani in contatto

Come trovarci direttamente