Sicurezza dei luoghi di lavoro: l'11 gennaio 2017 la prossima scadenza per l'aggiornamento obbligatorio dell'RSPP

Si avvicina la data entro la quale i dirigenti, i preposti, i lavoratori e i datori di lavoro che ricoprono il ruolo di RSPP e che si sono formati entro l'11 gennaio 2012 devono provvedere all'aggiornamento.

Gli accordi del 21 dicembre 2011 infatti, nel recepire gli accordi stato-regioni in materia di formazione ed aggiornamento, stabilivano il termine di 5 anni entro il quale effettuare l'aggiornamento della formazione in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro.

Di seguito riportiamo il testo dell'accordo del 21 dicembre 2011 ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs. 1/2008:

9. AGGIORNAMENTO

Con riferimento ai lavoratori, è previsto un aggiornamento quinquennale, di durata minima di 6 ore (…).

Nei corsi di aggiornamento per i lavoratori non dovranno essere riprodotti meramente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si dovranno trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti che potranno riguardare:

- approfondimenti giuridico – normativi;

- aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori;

- aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda.

- fonti di rischio e relative misure di prevenzione.

Con riferimento ai preposti, come indicato al comma 7 dell'articolo 37 del D.Lgs. n. 81/08, si prevede un aggiornamento quinquennale, con durata minima di 6 ore, in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro.

Con riferimento ai dirigenti come indicato al comma 7 dell'articolo 37 del D.Lgs n. 81/08, si prevede un aggiornamento quinquennale, con durata minima di 6 ore in relazione ai propri compiti m materia di salute e sicurezza del lavoro.

(…)

Si pone ora il problema del termine entro il quale tali figure aziendali devono provvedere all'aggiornamento. Il quesito trova risposta nelle Linee guida sulla Formazione di Dirigenti, Preposti e Lavoratori e Datore di Lavoro / RSPP, ad interpretazione degli accordi Stato-Regioni approvati il 21 dicembre 2011, approvate dalla Conferenza Stato-Regioni il 25 luglio 2012:

Aggiornamento della formazione

(…)

Al fine di favorire una rapida individuazione, anche nel caso in cui l’aggiornamento sia svolto in diverse occasioni nell’arco del quinquennio, dei termini per l’adempimento, si ritiene che i cinque anni di cui agli accordi decorrano sempre a far data dal giorno della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale degli accordi e, quindi, sempre considerando il quinquennio successivo all’11 gennaio 2012. Quindi, la prossima scadenza da considerare, per i soggetti già formati alla data di pubblicazione degli accordi, cadrà sempre l’11 gennaio 2017.

Con riferimento ai soggetti formati successivamente all’11 gennaio 2012, il termine iniziale per il calcolo del quinquennio per l’aggiornamento non può che essere, invece, quello della data dell’effettivo completamento del rispettivo percorso formativo, coerente con i contenuti degli accordi.

Per effetto di quanto sopra, quindi, la scadenza è fissata all'11 gennaio 2017, mentre per le figure aziendali formate successivamente all’11 gennaio 2012 il termine iniziale per il calcolo del quinquennio relativo all’aggiornamento risulta essere la data dell’effettivo completamento del percorso formativo.

I nostri consulenti sono a disposizione per ogni chiarimento ed informazioni in merito.

 

 


Rimani in contatto

Come trovarci direttamente